Make up, Reviews, Moda, Eventi

martedì 28 gennaio 2014

Lingerie femminile da uomo? Scoppia il dibattito!!


Hanno scatenato dibattiti a non finire i nuovi capi di lingerie per uomo - sì, avete capito bene: per maschietti!! - ideati e venduti da due brand : la giapponese Wish Room's Men e l'australiana HommeMystere

Pare strano ai più, ma la moda dedicata all'intimo "sexy" e confortevole per uomo, con tinte pastello e floreali, pizzi e volant, nastri e dettagli che sono sempre stati esclusiva femminile, sta prendendo sempre più campo. Lo stesso direttore esecutivo di Wish Room's Men Akiko Okunomiya ha detto di essere rimasta sorpresa dalla quantità di uomini che si sono dimostrati davvero interessati ad esprimere la loro parte femminile in questo modo. "Sempre più uomini sono affascinati dai reggiseni: da quando abbiamo lanciato sul mercato il reggiseno da uomo, abbiamo avuto molti feedback da clienti che ci hanno detto: aspettavamo questo momento da un sacco di tempo!".



Come è ovvio che sia, la linea intima da uomo ha suscitato un ampio dibattito online dove più di 8.000 persone hanno detto la loro durante una sola notte sul sito web più popolare del Giappone, Mixi.

Sia i reggiseni che gli slip sono venduti in set rosa o verde menta, e costano solo 11,50 sterline.


La linea Wish Room's Men è venduta on line sul sito giapponese Rakuten, ma arriverà presto nei negozi, si dice intorno alla metà di febbraio.

La lingerie è disegnata specificatamente per il corpo maschile, per dare modo anche ai maschietti di provare lo stesso tipo di sensazione soffice e lussuriosa che i completi intimi da donna donano da tempo al genere femminile. 

Lo stesso testimonial di Wish Room's Men Masayuki Tsuchiya ha detto alla Reuters: "Mi piace questa sensazione, ti fa sentire bene" - lui stesso indossa il reggiseno, che può essere discretamente nascosto sotto ai vestiti.


Anche la collezione HommeMystere, che annovera reggiseni imbottiti,lacci con pizzi e orsetti e perizoma con trine dai nomi come Jungle fever, Moulin Rouge e Forget-me-not, viene definita comoda e adattissima per essere indossata tutti i giorni. Il marchio australiano è specializzato in "comode mutandine da uomo che calzano bene, spalline del reggiseno che non cadono dalle spalle, body che non scivolano via durante la notte e tessuti morbidi e di qualità che danno il massimo comfort per essere indossati tutti i giorni." 


Una curiosità: il video promozionale che HommeMystere ha girato e distribuito per la sua linea China Doll Lingerie for Men vede una coppia eterosessuale prepararsi per uscire: lei indossa calze a rete autoreggenti, reggiseno e slip con pizzo e viene raggiunta dal suo uomo che indossa la stessa lingerie, per poi mettersi i pantaloni e la camicia maschile. Come dire, un gioco adatto anche e soprattutto per coppie eterosessuali.

Il VIDEO DELLA LINEA CHINA DOLL LINGERIE HOMEMYSTERE FOR MEN


E voi cosa ne pensate? :)



GALLERY














Share:

mercoledì 22 gennaio 2014

Morgan, Bindi in discoteca: omaggio a Genova


E' una serata piovosa, Genova è ancora in allerta meteo per la pioggia; le luci del mare su cui si affaccia Corso Italia sono più fioche ed il vento inizia ad essere pungente. Sono quasi le due del mattino, alla bella discoteca Estoril in molti aspettano il playset di Marco Castoldi in arte Morgan, vincitore in qualità di Giudice anche dell'ultima edizione di X Factor, poeta e cantautore maledetto ed artista controverso, ora uno dei personaggi musical-televisivi più seguiti. In molti sono in prima fila per assistere a questa esibizione che so essere importante per lui, che ama la scuola cantautorale genovese, che ripropone canzoni di un passato ai più sconosciuto e le fa riscoprire anche alle nuove generazioni. Parlo di artisti come Bindi, Tenco, Ciampi, De André, e molti altri. L'attesa c'è e un po' di ritardo aumenta l'adrenalina. Fino a quando arriva in consolle, accompagnato dal suo assistente Yoris, con cappello nero vintage e giacca nera di paillettes. 


Si dona volentieri al pubblico che lo acclama, Morgan, che esordisce con Heart of Glass dei Blondie per poi salutare la folla: "Buon anno - dice - anche se in ritardo". E poi: " Sono molto contento di essere a Genova, città di cantautori e di bella musica; so che siamo in discoteca, queste cose non si dicono, non si fanno, ma io suono una canzone genovese, di un grande genovese..." e parte Il Mio Mondo di Umberto Bindi, che già aveva inserito nel suo cd Italian Songbook vol I. Il pubblico gradisce ed applaude; qualche fischio arriva da parte di alcuni ragazzi e ragazze non più che ventenni che si sono assiepati in fondo al locale e che evidentemente non gradiscono la musica genovese, pur essendo loro stessi genovesi. L'altra parte del pubblico risponde, reagisce difendendo la scelta colta e rispettosa di Morgan che si concede al suo pubblico, si alza sulla transenna minacciando scherzosamente un altro stage diving, stringe le mani, sorride, nonostante la stanchezza.


Una volta terminata la canzone, quegli stessi ventenni che prima avevano abbozzato qualche fischio improvvisano una sparuta contestazione; evidentemente loro vogliono ballare, vogliono il tunz-tunz-tunz, non sanno chi sia Bindi né chi sia davvero Morgan e non gli interessa saperlo; a lezione di musica non ci sono andati anche se farebbe loro molto bene. 
Il set va avanti, ora in discoteca ecco un Bowie sincopato, tra le mani alzate del pubblico e l'affetto che il cantautore monzese elargisce a chi lo apprezza. Sino alla sua ultima esibizione live della serata, quell' Altrove che ha inaugurato l'uscita del suo primo cd solista nel 2003, Canzoni dell'Appartamento. Fra applausi e cori si sfuma anche questo pezzo; solo, sulla coda, Morgan recita un brano dal III Canto della Divina Commedia, il passo relativo agli Ignavi, opportunamente scelto e silenziosamente dedicato ai contestatori del tunz-tunz-tunz.
Loro ovviamente non colgono la sottigliezza culturale, il popolo dell'effimero non legge Dante. Ma Morgan non si cura di loro, ma guarda e passa, e finisce il suo set anzitempo.


Fuori del locale, Castoldi viene raggiunto e circondato da un nutrito gruppo di persone, dai 20 ai 40 ai 50 anni, che vogliono innanzi tutto ringraziarlo per l'omaggio a Genova e scusarsi personalmente per quella sparuta parte di pubblico che non ha capito. Ma Morgan lo sa, conosce bene certe dinamiche, e sorride. Il pubblico gli dice che deve suonare il piano e fare Bindi, Tenco, De Andrè e le sue canzoni soprattutto nei teatri, e che non è fatto per gente che non apprezza e non capisce la cultura. Lui annuisce, stringe mani, parla di musica, fuma una sigaretta assieme al suo pubblico, coinvolge tutti, inclusa la sottoscritta, in un largo abbraccio per la posa delle foto, rilassato e sorridente. 


La pioggia rinizia a scendere poco a poco, si è fatto davvero tardi e Castoldi deve andare. 

E il leader dei congelati Bluvertigo saluta ancora una volta; in risposta un affettuoso "Ciao Marco".



Al prossimo live Marco Morgan, Genova aspetta i tuoi regali ai suoi Angeli della musica.



GALLERY



Foto: Luca Cambiassi
Oriana Mariotti
Gabriele Cignetti











Grazie a Luca Cambiassi Gabriele Cignetti Estoril Staff Maria Bortolati Roberta Sotgiu Angela Leggieri Tiziana Frosali Viviana Sorbi

Share:

domenica 5 gennaio 2014

Festività a Parigi? Uno scoppio trés chic di luci e colori!


Particolare vetrina Louis Vuitton, Place Vendome


Ciao a tutte/i! Inizio questo post dicendovi che l'ho allestito a mo' di album fotografico delle vacanze.... vacanze a Parigi! Quindi aspettatevi tante foto notturne e luminose!


Particolare vetrina Louis Vuitton, Place Vendome 
Nel periodo natalizio, così come a Capodanno, Parigi è sicuramente una città da sogno. Celebrata da sempre, capitale del romanticismo, è stata il set e l'ispirazione di uno dei miei film preferiti, Midnight in Paris del grande Woody Allen, che ho amato dal primo fotogramma. Nella pellicola ci sono le luci, i luoghi, le strade, il fascino... e soprattutto gli anni ruggenti con la loro moda e la musica inconfondibile!

Ammirando gli Champs Elysees dalla grande ruota di Place de la Concorde

Un amico e collaboratore, Enrico Ruggeri, che viaggia spesso per lavoro, ha avuto modo di fare alcuni scatti alla città più fantastica del mondo e di raccontarmi un po' di vita parigina sotto le feste.

Esplanade De La Defense

Parigi infatti anche in questi ultimi giorni di festa è ricolma di addobbi e di luci, che fanno a gara con i grattacieli illuminati aumentandone il fascino. Il centrale mercatino natalizio in Esplanade De La Defense è provvisto di banchi coperti che espongono delizie gastronomiche tipiche francesi e non solo. E poi giocattoli, addobbi natalizi sgargianti, abbigliamento tipico da sartoria parigina e vintage, bijoux raffinati e colorati.

Les Champs Elisees

La stessa atmosfera di festa ma elevata all'ennesima potenza si respira anche per gli Champs Elysees, impreziositi dal profumo inconfondibile di Vin Chaud (vino caldo rosso tipico arricchito con spezie come cannella e bucce d'arancia che si serve soprattutto durante le feste natalizie), da ristoranti per tutti i gusti, dal profumo delle caldarroste, una lunga pista di pattinaggio ad anello e tanta musica in sottofondo.

Ruota di Place De La Concorde

Passeggiando nelle zone dei brand di lusso, Place Vendome, Rue St.Honoré per nominarne un paio, una sorpresa sono le elegantissime vetrine minimaliste, delle vere piccole opere d’arte, senza la merce esposta che non ha bisogno di essere conosciuta. 

La Madeleine

Un giro in Place de la Madeleine è d’obbligo non solo per le impagabili e golosissime vetrine di Fauchon ma per tutti i negozi di alimentari che sembrano vere e proprie gioiellerie. 

Champs Elysees e i magnifici addobbi

Albero di Natale a La Defense

"Bolla" di Natale e mercatino a La Defense

Bellissime le sfere illuminate in Champs Elysees, anche se l' amico - reporter dice che le Luci d’Artista a Torino sono di un livello decisamente superiore :) - glielo concedo, il campanilismo non vale poco, e poi le Luci D'Artista torinesi sono davvero uniche.

Vetrina Tiffany

Vetrina Place Vendome

Termina qui il nostro viaggio virtuale all'insegna delle bellezze di Parigi e delle chicche natalizie, anche in fatto di moda: Non trovate che la vetrina di Louis Vuitton in Place Vendome sia deliziosa? ;)

A presto! 

Vetrina Louis Vuitton, Place Vendome



ALTRE FOTO: 

Ruota di Pace De La Concorde


Place De La Concorde

Grand Arche De La Defense


Place De La Concorde

Mercatino in Esplanade De La Defense

Esplanade De La Defense




Share:
© Non solo vestita | All rights reserved.
Blogger Template Developed by pipdig